Condividi:

La Croce Rossa di Voghera al lavoro nel Parco Nazionale d’Abruzzo

Martedì, 4 Settembre 2018 - 12:00 Redazione Notizie

VOGHERA – C’era anche la C.R.I. di Voghera all’edizione 2018 di “Manovra Parco PNA”, il campo base che – da 40 anni – viene allestito da Croce Rossa Italiana nella riserva del Parco Nazionale d’Abruzzo. Emilia Esposito, da poco entrata nel novero delle Infermiere Volontarie vogheresi, ha preso parte all’iniziativa insieme all’autista soccorritore Paolo Panigalli, anch’egli in forza al Comitato locale di Via Carlo Emanuele III.

Dal 18 al 25 agosto i due volontari iriensi hanno prestato servizio presso l’ex campeggio dell’Orso nel territorio del comune di Pescasseroli (AQ), portando sostegno 24 ore su 24 ai tanti turisti che ogni anno affollano il Parco, nonché supporto alle amministrazioni locali con assistenza sanitaria e primo soccorso.

adv-970

«Questa esperienza – spiegano – è stata occasione sia di crescita professionale, considerati i vari momenti formativi che si sono susseguiti nel periodo di permanenza, sia di crescita del bagaglio amicale vista la possibilità di affiancarsi a volontari C.R.I. di innumerevoli Comitati presenti sul territorio italiano».

Esposito e Panigalli si sono dedicati alle attività di gestione del campo, allestito (anche se in scala ridotta) con gli stessi criteri per cui si appronta un campo di protezione civile in caso di maxi emergenza o di catastrofe. Oltre a ciò, hanno svolto funzioni di assistenza sanitaria lungo i sentieri del Parco e in eventi indetti dall’amministrazione locale, attività di emergenza/urgenza 118 anche alla popolazione locale, supporto al Soccorso Alpino in caso ricerca dispersi e attività di primo soccorso nell’ambulatorio ubicato all’interno del campo.

L’esperienza è stata molto gratificante, dal punto di vista professionale, e altrettanto soddisfacente per gli aspetti formativi, considerata l’acquisizione di nozioni utili in caso di affiancamento alla protezione civile di qualsiasi realtà, per eventi che colpiscano le persone e il territorio.

Conoscere volontari di tanti altri Comitati dal Nord al Sud Italia, è poi stato un valore aggiunto offrendo la possibilità di confronto con altri Soci sulla Croce Rossa e sul modo in cui in un mondo in continuo cambiamento, continuare a rispettare e far rispettare i 7 Principi e come questi diventano elementi importanti per l’operato di tutti.
Oltre tutto ciò, di certo non verrà dimenticata la conoscenza che si è avuta di tanti giovani e non più giovani motivati a portare aiuto di qualsiasi genere, sociale, di supporto, di assistenza sanitaria a chi ne ha bisogno.

Condividi:
adv-609
Commenti
Leggi Anche: