Condividi:

Il castello di Pinarolo Po rivive..?

Sabato, 30 Settembre 2017 - 6:43 Redazione Notizie

PINAROLO PO – Per pochi giorni potremo rivedere alcune immagini del Castello di Pinarolo Po, in occasione della festa del Paese che si svolgerà da Sabato 30 sett a  lunedi 2 ott, presso il porticato dell’oratorio, dove saranno esposte foto e copie di cartoline d’epoca provenienti dalle collezioni private di Andre Lanè e Antonio Pasotti. Nella mostra (allegato volantino) si potranno inoltre ammirare copie di documenti storici d’archivio e due plastici che riproducono in perfetta scala il Castello del paese. Il maniero attualmente vede attraversare una fase molto delicata della sua esistenza: castello eretto nel centro del paese nel 1300 c.a., di proprietà privata, nel corso degli ultimi 40 anni ha raggiunto una condizione di degrado causato dalle intemperie e dallo stato di abbandono in cui è stato lasciato.

 

adv-67

Alcuni cittadini si sono attivati per pensare ad eventuali forme di recupero “in extremis” di un bene Comune, patrimonio della Sovrintendenza alle Belle Arti.

E’ cominciato un lavoro di ricerca e di valorizzazione storica volto a raccontare il ruolo avuto dall’edificio negli anni.

Tale movimento ha riacceso l’interesse attorno alla struttura e alla possibilità di vederla recuperata in qualche forma, prospettando l’idea di costituire un Comitato dedicato proprio alla promozione di nuovi scenari possibili per il Castello. Pur conoscendo le reali condizioni in cui versa l’immobile , questo gruppo di cittadini è motivato dall’idea di poter unire le forze di tutti coloro che vorranno contribuire, per cercare di incontrare l’interesse di interlocutori sensibili e coinvolti. Non vogliamo vederlo “crollare sotto i nostri occhi” senza compiere tutti gli sforzi possibili per provare a salvarlo almeno in parte. Abbiamo visto “salvare” alcuni edifici storici ridotti in condizioni anche peggiori, dichiara una volontaria esperta in restauro.

Il Castello è attualmente in vendita per un valore che partito da € 500.000 sembra si sia ridotto a soli € 320.000 ma al momento non abbiamo notizie di potenziali acquirenti, o delle intenzioni dei proprietari.

I cittadini attivi sul tema intendono segnalare ai potenziali acquirenti o auspicabilmente all’attuale proprietà, che gli abitanti del paese si rendono disponibili ad offrire 3 possibili forme di collaborazione:

– Il recupero di atti, immagini e reperti legati al Castello, allo scopo di attribuire maggior valore all’immobile, quantomeno in termini di attrattività

– La ricerca di forme di cofinanziamento funzionali alla ristrutturazione e/o alla riconversione, magari di una parte dell’immobile. Riteniamo in questo caso di poter provare ad attingere ad alcune competenze interne sviluppate tema di raccolta fondi.

– La co-progettazione relativa ai possibili usi e destinazioni degli spazi disponibili, capaci di coinvolgere gli abitanti del paese, il patrimonio culturale, mondo del welfare sociale, puntando sulla potenziale attrattività del prestigioso immobile.

Purtroppo ad oggi non c’è “la forza” di pensare a forme di raccolta fondi da destinare all’acquisto , ma non si nasconde la speranza che il Castello torni a rivivere e a rivitalizzare il Paese, ipotizzando di contribuire coinvolgendo la comunità (giovani interessati, comuni cittadini e persone anziane legate affettivamente, aziende del territorio) attorno ad un luogo importante per tutti.

Ci si muove con la speranza di poter contare sulla collaborazione di tutti : istituzioni, tecnici, storici ma soprattutto con tutti quei cittadini che hanno vissuto il castello e hanno vivo il ricordo del suo passato per poterlo tramandare alle generazioni future. Per questo la mostra sarà occasione per incontrare chiunque voglia contribuire a raccogliere aneddoti, memorie e informazioni storiche che possano sopravvivere alla decadenza che il Castello ha vissuto in questi ultimi anni.

 

Inoltre il gruppo di ricerca storica partecipa alla Mostra “Architetture fortificate della campagna Pavese” all’Archivio di stato a Pavia aperta sino al 5 Ottobre 2017.

Orari: lunedì, mercoledì e venerdì 8.15-13.45; martedì e giovedì 8.15-17.15.
In esposizione una raccolta di cartoline d’epoca dalla collezione privata di Andrea Lanè , mappe e tavole di rilievo geometrico del Castello di Pinarolo Po. Allegato volantino

 

Condividi:
adv-958
Commenti
Leggi Anche: