Condividi:

Uno spettacolo per “sbullonare” il bullismo

Martedì, 17 Ottobre 2017 - 17:30 Redazione Notizie

Prosegue la rassegna “Il teatro al Verdi” a Cassolnovo promossa dall’amministrazione comunale unitamente all’ Assessorato alla cultura istruzione e spettacoli. Sabato 21 ottobre alle ore 21 e come di consueto con entrata ad offerta libera al Teatro Verdi di Via Oberdan è in realtà il primo appuntamento vero nella sede della rassegna dopo il riuscito concerto vivaldiamo di sabato scorso tenuto nella Chiesa di San Bartrolomeo per ragioni di spazio.
Di scena lo spettacolo “Sbulloniamo” di Micaela Turrisi e Duilio Loi . Un importante quanto originale incontro tra la valente attrice milanese e l’affermato pedagogista pavese sul tema del bullismo che sconfina poi nel cyberbullismo. I racconti, i drammi delle storie di “ordinaria prevaricazione” singole e di gruppo fatte da bambini,ragazzi , giovani nei monologhi e nelle letture della Turrisi e accompagnate dalla guida psicologica e comportamentale del professor Loi ,sono alla base del trasporto emotivo di un percorso introspettivo su comportamenti spesso tollerati se non addirittura alimentati. Il duo che spesso è affiancato negli spettacoli anche dalla cantautrice Marika Campisi (vincirice di Sanremo Area giovani 2017) ha già presentato sul palco cassolese un toccante spettacolo dedicato al femminicidio in una formula al tempo stesso ediucativa e di spettacolo capace di toccare lo spettatore su più livelli.
Del resto in questi giorni( giovedi scorso e lo sarà anche giovedi prossimo ) “Sbulloniamo” presentato in forma di incontro adattata ai ragazzi delle scuole medie di Cassolnovo è stato di grande utilità la performance tra le mura scolastiche ha fatto da vero detonatore facendo emergere alcuni casi e comportamenti che sembrano non essere possibili lontano dalle periferie delle grandi città nella tranquilla quiete della provincia e che invece fan riflettere per la loro drammatica “normalità” ormai diffusa su tutto il territorio nazionale. Il Bullismo e le sue distorsioni nei social network non fanno sconti a nessuno in modo barbaro spesso anche inconsapevolmente toccano a il mondo degli adolescenti e non solo
Per questo è di grande importanza parlarne e confrontarsi , genitori con i figli, istituzioni e associazioni, insegnanti ed istituzioni, per questo lo spettaccolo del 21 ottobre è particolarmente rivolto a genitori possibilmente accompagnati dai loro figli . Uno spettacolo insolito di teatro sociale, civile una volta tanto pedagogico anche per adulti.
Per info e prenotazioni tel 3335740348

Condividi:
adv-330
Commenti
Leggi Anche: