Condividi:

Ingegneria del rischio: accordo tra IUSS Pavia, Università di Pavia e Eucentre

Lunedì, 16 Aprile 2018 - 15:53 Redazione Notizie

PAVIA – L’ingegneria del rischio è l’ambito di ricerca che vede da tempo Università di Pavia, Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia e Fondazione Eucentre collaborare insieme, con brillanti risultati. Un accordo sottoscritto nei giorni scorsi dai tre Enti ha sancito l’avvio di un processo di integrazione e collaborazione ulteriore atta a promuovere il patrimonio di competenze, di strutture e di infrastrutture acquisito negli anni, rendendo possibili iniziative comuni a sostegno e valorizzazione della ricerca e dell’alta formazione.

Eucentre, centro europeo di ricerca e formazione in ingegneria sismica, potrà avvalersi della collaborazione di docenti e ricercatori dell’Università e della Scuola IUSS per lo svolgimento delle proprie attività formative e di ricerca. A loro volta Università di Pavia e Scuola IUSS potranno usufruire delle attrezzature di laboratorio, tra cui il simulatore di terremoti, la tavola vibrante, l’Unità Mobile, i laboratori di informatica multimediale, microelettronica, geodinamica, analisi del rischio; il laboratorio di geofisica; la biblioteca e il centro di documentazione di Ingegneria Sismica, della Sismologia Applicata e della Gestione del Rischio.

adv-793

“Questa convenzione – spiega il Rettore dell’Università di Pavia, prof. Fabio Rugge – dà assetto istituzionale alla collaborazione tra Unipv, IUSS ed Eucentre. Ci ha spinto ad adottarla la crescita in quantità e qualità di queste relazioni. Esse riguardano non solo la ricerca, ma anche la didattica. Da ultimo, si può segnalare la creazione di nuove lauree in lingua inglese sulla riduzione del rischio sismico e del rischio idrogeologico. Si tratta di ambiti con forti prospettive di sviluppo, soprattutto internazionale. Vorrei sottolineare che l’accordo è reso possibile anche dalla prossimità fisica delle tre istituzioni e dalla cordialità dei rapporti tra i loro vertici. Sembrano circostanze accessorie. Credo invece siano gli ingredienti di una ricetta che sta facendo bene a Pavia.”

La collaborazione si concretizzerà anche nella partecipazione a progetti di ricerca, ma anche nella attivazione di laboratori e centri di ricerca congiunti. Come sottolinea il Rettore della Scuola IUSS, prof. Michele Di Francesco: “La convenzione permetterà un ulteriore sviluppo della collaborazione tra la Fondazione Eucentre e i due atenei pavesi, con importanti ricadute per quanto riguarda tanto la ricerca scientifica in un settore strategico per il nostro Paese, quanto la formazione di alto livello in un ambito in cui Pavia ha un ruolo trainante nel panorama nazionale e internazionale. Come ha notato il Rettore Rugge, essa è anche una spia dell’eccellente stato dei rapporti tra i tre enti coinvolti.

Prosegue così la forte sinergia che ha già portato l’Università di Pavia e la Scuola IUSS alla attivazione di un Corso di Laurea Magistrale interateneo in Civil Engineering for Mitigation of risk from natural hazard e che ora si potenzia all’interno del progetto del Dipartimento di Eccellenza grazie al quale la ricerca nell’ambito dell’Ingegneria del Rischio potrà avvalersi di nuove risorse umane e di nuovi investimenti strutturali di cui beneficerà la partnership tra i tre Enti.

“Il continuo investimento in grandi laboratori per la simulazione dei terremoti che caratterizza Eucentre può creare valore per i cittadini solo grazie alla competenza delle persone. A Pavia la comunità scientifica di riferimento internazionale per l’ingegneria sismica è costituita proprio dalle tre istituzioni UniPV, IUSS ed Eucentre e dal loro enorme capitale umano che conta oltre 100 persone fra cui molti giovani dottorandi provenienti da tutto il mondo. La sottoscrizione della convenzione sancisce la volontà comune di perseguire il valore della sicurezza per una società moderna oltre a testimoniare una forte identità di vedute delle tre istituzioni”, conclude Riccardo Pietrabissa, Presidente Eucentre.

Condividi:
adv-480
Commenti
Leggi Anche: