Condividi:

Due medaglie internazionali per il Timorasso delle Cantine Volpi

Sabato, 29 Luglio 2017 - 5:24 Redazione Notizie

TORTONA– In un contesto suggestivo, come quello tortonese, Cantine Volpi è riuscita a creare le basi per il successo. Le 4 milioni di bottiglie prodotte sono testimonianza del carattere del vitigno e della grande passione per le tradizioni.

La vitivinicoltura tortonese risale all’epoca romana, Carlo Volpi, titolare dall’azienda agricola, è riuscito a coniugare la tradizione e l’innovazione producendo un’eccellenza. Al centro di questa notorietà il “Timorasso DOC Cascina La Zerba Volpedo 2015” che ha conseguito la medaglia d’oro per il Gilbert& Gaillard e d’argento al Frankfurt International Trophy. Medaglia d’oro, anche, per il Moscato Piemonte Doc 2016.

adv-508

“Il segreto del successo è la tipicità e unicità. I nostri prodotti non sono replicabili in termini qualitativi, non hanno paragoni al mondo” ha commentato ai microfoni di Radio Gold Carlo Volpi, titolare dell’azienda

Il Timorasso ha caratteristiche uniche dalla forte mineralità, un bianco dalla gradazione alcolica elevata con corpo e profumo delicato. Il moscato, al contrario, capace di concentrare tutte quelle straordinarie caratteristiche di dolcezza, armonia, profumi e freschezza tipici dell’uva.

L’obiettivo non si ferma alle vittorie, si pensa ad un percorso di conversione da azienda agricola convenzionale a biologica a 360 gradi. “Aver vinto i due premi ci incoraggia e ci dà energia, ma andremo avanti” ha commentato Carlo Volpi.

Il percorso intrapreso dall’azienda, frequentando scene internazionali, è stato veicolo indispensabile per conoscere importatori e legare rapporti commerciali. La continua innovazione contribuisce alla migliore affermazione dei vini all’estero, infatti, la cantina esporta il 90% della produzione in 35 Paesi. I mercati che hanno dato riscontro positivo sono gli Stati Uniti e la Germania, dove il prodotto Made in Italy è conosciuto e affermato. Un vino capace di soddisfare il rapporto qualità prezzo, apprezzato anche in Canada, Giappone, Svizzera e Russia.

La produzione del Timorasso si attesta intorno alle 5/8 mila bottiglie all’anno, mentre per il Moscato si superano le 200 mila bottiglie all’anno.

L’uva di quest’anno sarà poca, ma di qualità ha dichiarato Volpi “la qualità è inversamente proporzionale quantità”.

Condividi:
adv-138
Commenti
Leggi Anche: