Condividi:

Nuovo corso di laurea magistrale a Pavia

Lunedì, 24 Luglio 2017 - 5:02 Redazione Notizie

Formare ingegneri capaci di mitigare il rischio sismico e idrogeologico: è questo l’obiettivo del nuovo corso di laurea magistrale offerto dalla scuola universitaria superiore iuss pavia e dall’università di Pavia. Il ruolo chiave svolto dagli ingegneri nel mitigare i rischi causati da catastrofi naturali come i terremoti, le inondazioni e le frane ha portato la Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia e l’Università degli Studi di Pavia a collaborare, unendo competenze e professionalità, per avviare dall’anno accademico 2017/2018 il nuovo corso di Laurea Magistrale in  Civil Engineering for mitigation of risk from natural hazards(CivRisk)

Il programma prevede due curricula:

adv-679

  • Riduzione del rischio sismico (ROSE)
  • Valutazione e riduzione dei rischi idrogeologici (HYRIS)

 

La nuova Laurea Magistrale, offerta congiuntamente dall’Università di Pavia e dalla Scuola IUSS, è di durata biennale e fornisce una formazione tecnica avanzata nel campo dell’ingegneria civile, dell’ingegneria sismica, dell’ingegneria geologica, idraulica e idrogeologica.

I corsi sono insegnati in inglese da docenti altamente qualificati e riconosciuti a livello internazionale per fornire agli studenti il ​​corretto background teorico in discipline fondamentali, tra cui la matematica applicata, la meccanica solida e fluida.

In particolare, il programma ROSE si concentra sulla valutazione e la mitigazione del rischio causato dai terremoti a strutture e infrastrutture nuove ed esistenti. Vengono affrontati temi quali la valutazione dei pericoli sismici e la sismologia dell’ingegneria, le dinamiche delle strutture, geotermica, progettazione di ponti, analisi e progettazione di strutture in calcestruzzo, muratura e acciaio Il programma HYRIS  è invece dedicato alla valutazione del rischio causato da inondazioni, valanghe e frane a strutture e infrastrutture e sulle misure strutturali e non che possono essere previste per la mitigazione. Sono previsti insegnamenti di idrologia, idraulica fluviale e idromorfologia, infrastrutture idrauliche, legislazione sui rischi e sulle emergenze, superficie terrestre e processi. Come parte della loro formazione, gli studenti potranno lavorare sulla tesi di laurea partecipando a progetti nazionali e internazionali.     Sbocchi lavorativi in uffici di progettazione e uffici di consulenza, aziende di costruzione, agenzie di protezione civile, istituti governativi, autorità regionali, uffici di gestione, organizzazioni internazionali, compagnie di assicurazione e riassicurazione, istituti di ricerca.

Il bando di gara per l’anno accademico 2017/2018 è aperto. Tutte le informazioni al link: http://civrisk.unipv.it.

Condividi:
adv-309
Commenti
Leggi Anche: